Guardaroba no problem!

Il cambio di stagione
Occorre riporre correttamente i capi nell’armadio a ogni cambio di stagione. Vale la pena di perdere un po’ di tempo per avere un lavoro ben fatto in modo da ritrovare, la stagione successiva, gli abiti in perfetto stato e non spiegazzati. I capi devono essere riposti puliti, prima di iniziare però, procedere con una pulizia accurata dell’interno dell’armadio.

Contro le tarme
Le tarme, oltre a nutrirsi della cheratina presente nella lana e nelle pellicce, sono attirate anche nei residui contenuti nelle macchie alimentari e dalle tracce, anche minime, di sudore; per questo è importante riporre sempre puliti i capi in lana. Contro le tarme si devono utilizzare prodotti specifici, questi non vanno mai sparsi alla rinfusa, ma devono avere un involucro protettivo per non essere a contatto diretto con i capi.

Abiti indossati in giornata
Gli odori che gli abiti tendono ad assorbire si disperdono più velocemente e meglio in una stanza areata. Occorre ricordarsi di lasciarli sempre a prendere aria prima di riporli. Per togliere l’odore di fumo e cibo esistono dei prodotti, in forma spray, che inibiscono l’azione dei batteri causa di cattivi odori. Quando ci si sveste è meglio riporre  i vestiti ordinatamente sulle grucce, è buona norma spazzolare con una spazzola in setole o in velluto, gli abiti prima di riporli, soprattutto le giacche.

Appendiabiti
Nella cura dei capi gli ometti o grucce sono molto importanti. Ne esistono di diverse forme e dimensioni e ognuno è destinato ad un tipo di capo e a una taglia diversa. Per non rendere vano il lavoro di stiratura e per evitare di sgualcire i capi è essenziale piegare ogni capo in modo corretto ed accurato.

Le scarpe
La cura delle scarpe richiede l’utilizzo di prodotti mirati che si acquistano nei negozi specializzati. E’ buona norma utilizzare le apposite forme in legno o plastica da inserire all’interno delle scarpe, prima di riporle nella scarpiera. Quelle in legno sono migliori perché assorbono anche l’umidità.

Pulire le scarpe in camoscio

Ogni stagione ha i suoi stili e le sue tendenze. In questo momento la moda ha deciso che il camoscio ai piedi è glamour. Sbizzarritevi, dunque, su scarpe e stivali di colore diverso ma tutti più trendy che mai.

Se non volete acquistare le scarpe scamosciate perché vi sembrano troppo delicate nel mantenimento e nella pulizia, ammetto che il dubbio è legittimo, ma conosco dei rimedi infallibili per tenerle sempre in ordine, quasi come appena acquistate, anche dopo anni!

Per pulire le scarpe in camoscio, per prima cosa usa una spazzola con le setole morbide oppure, con modi delicati, lo spazzolino di para. Se sono presenti macchie localizzate prova ad utilizzare la gomma pane, chiaramente senza esercitare troppa pressione per non sbiadire il colore.

Le scarpe troppo sporche lavale con gli shampoo appositi oppure con la schiuma, seguendo attentamente le istruzioni presenti nella confezione, per evitare spiacevoli risultati. Se lo sporco è semplicemente fango, aspetta che si secchi e spazzolalo via.

Se usi gli spray per trattarle, acquistane uno impermeabilizzante, neutro o del colore della scarpa!

Anche a voi è venuta voglia di acquistare il paio di stivali scamosciati che avete visto l’altro giorno in vetrina? Lo so, è successo anche a me scrivendo questi consigli!

Quando andiamo a fare shopping insieme?

Un rifugio per le tue scarpe

Le scarpe vanno tenute separate dal resto del guardaroba e dalla biancheria, per questo è bene riservare un angolo di casa destinato alla scarpiera, un mobiletto che ci permetterà di conservare le scarpe in un luogo aerato, asciutto e lontano dalla polvere.

Esistono modelli di scarpiera per tutti i gusti, in mancanza di altro potremo eventualmente conservare le scarpe all’interno delle loro scatole.

La scarpiera richiede una pulizia regolare, per eliminare polvere, muffa ed umidità. Dopo aver effettuato la pulizia utilizza dei prodotti appositi anti odore e pulisci per bene le spazzole. Lascia almeno un’ora all’aria aperta le scarpe appena indossate per evitare la formazione di cattivi odori.

Nel caso tenda a formarsi dell’umidità metti sul fondo della scarpiera dei pezzi di carbone vegetale (quello utilizzato per il barbecue) avvolto in una garza perché non sporchi, cambiandolo man mano che si inumidisce. Per eliminare l’odore di muffa passa all’interno della scarpiera una spugnetta inumidita con aceto aromatizzato, asciuga per bene prima di riporre le scarpe.

Con il tempo spazzole e spazzolini utilizzati con prodotti per lucidare si incrostano perdendo efficacia, necessitano quindi di una pulizia periodica. Inumidisci le setole ed lavale con detergente neutro, risciacqua e lascia asciugare per bene. Per pulire gli spazzolini utilizza uno straccio imbevuto di solvente in modo da rimuovere le incrostazioni di lucido.

Segreti per scarpe al top

Sono al centro dei pensieri femminili, veri oggetti del desiderio tanto che ogni donna non esiterebbe a fare follie per un paio di scarpe. Ma anche le nostre fedeli compagne necessitano della giusta attenzione per essere conservate sempre in ottima forma.
Il primo consiglio è di tenerle in un luogo asciutto e lontano da fonti di calore, umidità e caldo possono rovinare o seccare la pelle e il cuoio.
Eccoti altri segreti per conservare al meglio le scarpe:
1 – Quando sono nuove, la suola di cuoio lucidata potrebbe far rischiare qualche ruzzolone; per evitare di finire in terra, sfrega la suola con una patata tagliata a metà.
2 – Se le scarpe si sono bagnate a causa della pioggia o di una pozzanghera, per asciugarle riempile con della carta di giornale e mettile vicino ad una fonte di calore non troppo forte (evita il termosifone se va a tutta birra). Una volta asciutte toglile e spazzolale con della vasellina.
3 – Se sono di vernice e si sono fatte opache, applica un po’ di burro e di margarina leggermente sulla tomaia. Lascia in posa per qualche secondo e passa un panno morbido.
4 – Se appena comperate ti vanno un po’ strette, imbottisci l’interno della scarpa con un po’ di carta di giornale bagnata e ben compressa, lasciale una giornata in questo modo e calzale ancora umide per fargli prendere la forma.
5 – Se le scarpe emanano un cattivo odore, passa all’interno un po’ di ovatta imbibita di aceto. Una volta asciugato, cospargi le scarpe di borotalco.

scarpe-conservare-pulireSono al centro dei pensieri femminili, veri e propri oggetti del desiderio, tanto che ogni donna non esiterebbe a fare follie per un paio di scarpe. Ma anche le nostre fedeli compagne necessitano della giusta attenzione per essere conservate sempre in ottima forma.

Il primo consiglio è di tenerle in un luogo asciutto e lontano da fonti di calore, umidità e caldo possono rovinare o seccare la pelle e il cuoio.

Eccoti altri segreti per conservare al meglio le scarpe:

1 – Quando sono nuove, la suola di cuoio lucidata potrebbe far rischiare qualche ruzzolone; per evitare di finire in terra, sfrega la suola con una patata tagliata a metà.

2 – Se le scarpe si sono bagnate a causa della pioggia o di una pozzanghera, per asciugarle riempile con della carta di giornale e mettile vicino ad una fonte di calore non troppo forte (evita il termosifone se va a tutta birra). Una volta asciutte toglile e spazzolale con della vasellina.

3 – Se sono di vernice e si sono fatte opache, applica un po’ di burro e di margarina leggermente sulla tomaia. Lascia in posa per qualche secondo e passa un panno morbido.

4 – Se appena comperate ti vanno un po’ strette, imbottisci l’interno della scarpa con un po’ di carta di giornale bagnata e ben compressa, lasciale una giornata in questo modo e calzale ancora umide per fargli prendere la forma.

5 – Se le scarpe emanano un cattivo odore, passa all’interno un po’ di ovatta imbibita di aceto. Una volta asciugato, cospargi le scarpe di borotalco.